Blog

Innovazione

Armonia sigla un accordo con ASST Mantova per la lotta al Covid-19

Armonia sigla un accordo con ASST Mantova per la lotta al Covid-19

I pazienti positivi al test rapido eseguito in Armonia per la ricerca di anticorpi IgG e IgM da Covid-19 potranno sottoporsi, se lo vorranno, al tampone rinofaringeo per Covid-19 e, se risulteranno guariti, potranno candidarsi secondo il protocollo previsto da ASST Mantova per diventare donatori di plasma iperimmune, utilizzato a scopo terapeutico nei pazienti affetti da Covid-19.

L'accordo con ASST Mantova

L’accordo siglato con ASST Mantova prevede l’invio al Centro Servizi delle risultanze dei test eseguiti in Armonia per la ricerca di anticorpi IgG e IgM da Covid-19. I pazienti risultati positivi, previa comunicazione al Medico curante, verranno successivamente contattati da ASST Mantova per eventuali approfondimenti diagnostici e per l’esecuzione del tampone rinofaringeo da Covid-19.

I pazienti positivi agli anticorpi IgG che risulteranno guariti dalla patologia respiratoria Covid-19, potranno presentare candidatura al Servizio di Immunoematologia e Medicina trasfusionale di Mantova (SIMT) quali potenziali donatori di plasma iperimmune, secondo il protocollo previsto da ASST Mantova. Maggiori informazioni

Donazione di plasma iperimmune

Come riportato sul sito web di ASST Mantova:

I potenziali donatori sono persone guarite, sottoposte a due tamponi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro risultati entrambi negativi. Una volta selezionati, i donatori vengono valutati dal servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale, diretto da Massimo Franchini, che stabilisce la loro idoneità al prelievo. “Ogni sacca di plasma, prima di esser trasfusa, viene virus-inattivata con una metodica particolare che rende massima la sicurezza del prodotto. Si può considerare il plasma iperimmune l’unica cura specifica attualmente disponibile per il nuovo coronavirus”.

Il prezioso emocomponente, per la sua ricchezza di anticorpi neutralizzanti, può essere utilizzato a scopo terapeutico nei pazienti affetti da Covid-19.

I primi risultati ottenuti sono infatti incoraggianti. Lo sottolinea il direttore della Pneumologia Giuseppe De Donno: “Ad oggi abbiamo trattato 12 pazienti, per 8 dei quali si è evidenziato un significativo miglioramento dal punto di vista della sintomatologia, degli indici di infiammazione, di ossigenazione e di emogasanalisi. Respirano autonomamente. Altri pazienti, più gravi, stanno già mostrando i primi segni  di miglioramento, nonostante siano sottoposti a ventilazione meccanica da oltre dieci giorni”.

 

donazione_plasma-676536780