Ortopedia e traumatologia

L'Ortopedia si occupa della funzione del nostro scheletro e delle articolazioni e ne cura le alterazioni/malattie.

 

IL SERVIZIO DI ORTOPEDIA
Armonia offre un servizio di ortopedia a 360°, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. L’équipe medica è costituita da ortopedici con competenze super-specialistiche nella chirurgia tradizionale, mini-invasiva ed artroscopica, nonché nella Medicina Rigenerativa Articolare dei diversi distretti corporei: anca, ginocchio, piede, mano, polso, gomito e spalla.

L'ORTOPEDIA IN DAY SURGERY
Grazie alle nuove tecniche chirurgiche mininvasive in anestesia locale ed alle più recenti evoluzioni tecnologiche, anche l'ortopedia rientra oggi fra le discipline d'eccellenza per l'esecuzione di interventi chirurgici in regime di ricovero diurno. I nuovi approcci offrono numerosi benefici, fra i quali un importante risparmio di costi e di tempo per il paziente, che viene dimesso nella stessa giornata dell'intervento, dopo un breve periodo di osservazione. Presso Armonia è possibile effettuare visite e/o interventi chirurgici in ambito ortopedico per la cura e prevenzione delle seguenti patologie.

ARTO SUPERIORE SPALLA GOMITO MANO
spalla dolorosa, epicondilite ed epitrocleite, neuropatia del nervo ulnare al gomito, sindrome del tunnel carpale, dito a scatto, morbo di De Quervain, rizoartrosi, cisti cutanee della mano e del polso, artrogene e tendinee

ARTO INFERIORE PIEDE GINOCCHIO ANCA   
fasciti plantari, sperone calcaneare plantare e posteriore, alluce valgo, dita a martello, 5° dito varo, metatarsalgie, morbo di Haglund, Neuroma di Morton, piede piatto; gonalgia, scarificazioni tendinee per tendinopatia cronica, cisti cutanee, artrogene e tendinee; coxalgia, displasia, perthes, epifisiolisi

ARTROSI di anca, ginocchio, caviglia, spalla.

OSTEOPOROSI

INFILTRAZIONI ECOGUIDATE DELL'ANCA
a differenza di altre articolazioni quali ginocchio e spalla, l'anca presenta maggiori difficoltà di infiltrazione, a causa della sua particolare anatomia e della prossimità di vasi sanguigni e nervi nella zona da infiltrare.

Alcuni interventi, ad esempio quelli relativi alla chirurgia del piede, prevedono di affiancare le nuove tecniche "mininvasive" a quelle tradizionali, per garantire al paziente il miglior risultato.

L’EQUIPE

DOTT.SSA BEATRICE BONESSO
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
SPALLA GINOCCHIO

DOTT. DUILIO BUCCI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia e Medicina dello Sport
TRAUMATOLOGIA SPORTIVA, PATOLOGIA ARTROSICA, REUMATICA ED OSTEOPOROSI

DOTT. GIORGIO CAFFARELLA
Medico Chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia e Medicina dello Sport
ANCA GINOCCHIO PIEDE MEDICINA RIGENERATIVA

DOTT. CARLO DALL'OCA
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
GINOCCHIO ANCA SPALLA ORTOPEDIA PEDIATRICA MEDICINA RIGENERATIVA

DOTT. ALBERTO DONADELLI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
MANO POLSO GOMITO

DOTT. ANDREA GHEZZI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia e Chirurgia Plastica
MICROCHIRURGIA RICOSTRUTTIVA DELLA MANO E DEL POLSO

DOTT. PIETRO GIRARDI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
ANCA MANO GINOCCHIO PIEDE

DOTT. LUCA LORENZI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia, Ortopedia Pediatrica
ORTOPEDIA PEDIATRICA E CHIRURGIA DEL PIEDE

DOTT. ALBERTO MANTOVANI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
MANO POLSO GOMITO

DOTT. ENRICO RASIA DANI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
ANCA GINOCCHIO SPALLA

DOTT. ALBERTO RESIDORI
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
SPALLA GINOCCHIO MEDICINA RIGENERATIVA

DOTT. ANTEO TOMASSO
Medico chirurgo specializzato in Ortopedia e Traumatologia
PATOLOGIE DEL RACHIDE ERNIA DEL DISCO LOMBALGIA SCIATALGIA

INFILTRAZIONE ECOGUIDATA ALL'ANCA

PERCHÈ SI FA
Grazie all'ecografia la via d'accesso diventa sicura, in quanto permette di visualizzare l'ago, verificandone il tragitto e l'ingresso nella cavità articolare, e di monitorare la diffusione del farmaco all'interno della stessa.

QUANDO SERVE
È un trattamento consigliato dall'ortopedico per la cura e la prevenzione dell'artrosi dell'anca o coxartrosi, sia nelle sue fasi iniziali sia in fasi avanzate quando l'intervento chirurgico non è ancora indicato o possibile.

CHE FARMACO SI UTILIZZA
Il farmaco utilizzato per le infiltrazioni è l'acido ialuronico, una molecola già naturalmente presente nel nostro corpo che ha il compito di mantenere le proprietà viscoelastiche del liquido articolare e contribuire alla lubrificazione all'interno dell'articolazione. Quando la produzione di acido ialuronico diminuisce, spesso a causa del progredire dell'età, le articolazioni si trovano in condizioni di maggiore usura e attrito, arrivando facilmente a sviluppare forme di artrosi spesso dolorose.

CHE BENEFICI OFFRE
L’infiltrazione di acido ialuronico forma una sorta di spessore articolare (effetto meccanico viscoelastico) e inoltre lubrifica e idrata le cartilagini, riducendo così il dolore, rallentando il processo di usura articolare e migliorando la funzionalità dell'anca. A seconda del grado di artrosi l'ortopedico consiglia un acido ialuronico con peso molecolare adeguato.

È DOLOROSA?
È una tecnica indolore che non necessita di anestesia (né locale né generale) ed il paziente può effettuarla senza la necessità di un accompagnatore.

QUANTO DURA E DOVE SI FA?
L'infiltrazione viene eseguita in un ambulatorio chirurgico e dura circa 15 minuti. La frequenza del trattamento viene consigliata dallo specialista in base alla gravità del quadro artrosico, alla sintomatologia dolorosa manifestata ed al tipo di risposta al trattamento stesso. Normalmente due trattamenti all'anno sono sufficienti.

ACCORTEZZE POST TRATTAMENTO
Durante le prime 48 ore viene consigliata l'applicazione locale di ghiaccio 3 volte al giorno (per 20 minuti ogni volta) e di evitare carichi articolari eccessivi.

CHIRURGIA ARTROSCOPICA
SPALLA: trattamento della instabilità, delle lesioni di cuffia e delle sindromi da conflitto.

GINOCCHIO: trattamento delle lesioni meniscali, cartilaginee, delle fratture articolari e ricostruzione del LCA e LCP.

CAVIGLIA: trattamento delle lesioni osteocondrali e delle sindromi da conflitto.

CHIRURGIA DELLA MANO

Trattamento delle patologie degenerative ossee e tendinee (Rizoartrosi, artrosi delle dita, lesioni sottocutanee dei tendini).

Trattamento delle tendiniti (De Quervain, tenovaginalite stenosante dei flessori delle dita).

CHIRURGIA DEL PIEDE

Sindromi canalicolari (sindrome del canale carpale, del canale cubitale).

Nell'età pediatrica ed evolutiva (piede piatto e cavo).

Nell’adulto (alluce valgo, alluce rigido, deformità delle dita, piede piatto/cavo doloroso, tendinopatie, artrosi post traumatiche, artroscopia della caviglia).

ATTIVITÀ AMBULATORIALE
Visite ortopediche: prime visite, controlli ed urgenze differibili.

Medicazioni post-intervento.

Infiltrazioni intra-articolari con acido ialuronico e farmaci antinfiammatori ad azione locale.